English Español Français Deutsch Italiano Český Polski Русский Română Українська Português Eesti 中文

Conoscere Dio al giorno d'oggi, sviluppo e significato della vita.
Metodologia dello Sviluppo Spirituale.

 
Dio e noi
 

L’Ecopsicologia/Dio e noi


Dio e noi

Dio non è un uomo invisibile volante, come Lo rappresentano nelle sette religiose primitive. Dio è l’Oceano Universale della Consapevolezza. Quali sono le Sue dimensioni? Siamo capaci di immaginare un “anno luce”? L’anno luce è l’unità astronomica per misurare lo spazio cosmico, è la distanza che un raggio di luce percorre nel giro di un anno terrestre. Gli astronomi hanno scoperto nell’universo gli oggetti che distano miliardi di anni luce dalla Terra. Però Dio è ancora più grande. Poiché l’universo è infinito, Dio è INFINITAMENTE GRANDE.

Per quanto grande ci sembri il nostro pianeta, quando camminiamo stanchi o viaggiamo sulla sua superficie, o gli voliamo intorno, in realtà questo pianeta è infinitamente piccolo nei confronti della grandezza dell’Oceano della Consapevolezza del Creatore.

La Terra è solo uno dei molti miliardi di isolotti di materia da Lui creati dentro di Sé, l’Oceano. Sulla Terra, come su molti altri pianeti dell’universo, si sono create le condizioni accettabili per la vita e l’evoluzione dei corpi organici. Nei corpi delle piante, animali e uomini si svolge l’evoluzione della Consapevolezza Universale. Noi — ognuno di noi, uomini — siamo i piccoli grumi dell’energia di coscienza che hanno attraversato, nel loro passato individuale, lo sviluppo nei corpi vegetali, animali e quindi umani, e adesso, su questa tappa della vita nel corpo umano, siamo obbligati a fare gli sforzi attivi per l’autoperfezionamento.

Dobbiamo cercare di diventare tali per a) essere meritevoli e b) riuscire di tuffarci nella Sede del Creatore ed unirci con Lui. Allora otterremo la Calma finale nella Suprema Beatitudine dell’Eterna Unione con Lui, di Essere Lui.

Egli ci ripete ancora ed ancora questo obiettivo, incarnando le parti di Lui nei corpi umani. Però la maggior parte della gente è incapace di comprendere e trattenere nella memoria questa Verità; gli uomini sono sempre propensi a dimenticare, alterare, travisare gli insegnamenti di Dio che sono tramandati fino a noi. Così nascono varie sette religiose. [6]

… Ogni “isolotto”-pianeta materiale nell’Oceano infinito di Dio esiste per un certo periodo. Poi arriva “la fine del mondo”. Le consapevolezze (anime) che non hanno fatto in tempo ad unirsi con Lui, si eliminano, si distruggono. Invece, coloro che si sono uniti a Lui, arricchiscono Lui con se stessi, avendo realizzato il proprio senso della vita, il proprio amore per Lui nell’Unirsi con Lui.

<<< >>>



 
Pagina principaleLibriArticoliFilm spiritualiLe fotoScreensaversI nostri sitiCollegamentiSu di noiContatto