English Español Français Deutsch Italiano Český Polski Русский Română Українська Português Eesti 中文

Conoscere Dio al giorno d'oggi, sviluppo e significato della vita.
Metodologia dello Sviluppo Spirituale.

 
Latihan. Il battesimo con lo Spirito Santo
 

L’Ecopsicologia/Latihan. Il battesimo con lo Spirito Santo


Latihan. Il battesimo con lo Spirito Santo

In seguito quando gli esercizi descritti prima s’imparano perfettamente è possibile cominciarne uno nuovo che si chiama latihan.

Il termine latihan è stato presentato all’inizio del nostro secolo da Bapak Muhammad Subuh [61], con questa parola lui ha nominato uno dei modi del contatto con lo Spirito Santo.

Subuh ha visitato tanti paesi dell’Europa, dove lui insegnava questo metodo ai monaci cattolici e guariva tanti ammalati, anche dal tumore grazie a questo metodo.

Si tratta di rivolgersi allo Spirito Santo a chiedere l’aiuto, chiedere a Lui di concentrarsi sopra la nostra testa (percepiamoLo lì), e dopo “versarsi” attraverso tutto il nostro corpo da sopra fino a giù, come attraverso un involucro vuoto o come attraverso il trasparente cilindro di vetro. Questo sarà il vero battesimo con lo Spirito Santo.

Così arriva la guarigione del corpo.

Se rendiamo noi stessi al Corrente che passa attraverso il nostro corpo, esso comincia a eseguire i movimenti armoniosi… Questa manifestazione è una delle varianti di laya-yoga — di un insieme dei metodi dello “scioglimento” di se stessi nei Flussi Divini e una totalità delle condizioni statiche della Consapevolezza Divina.

In realtà è tutto molto semplice, a condizione che noi veramente abbiamo fede, amiamo Lui e siamo pronti ad abbandonarci e darci a Lui. Lo Spirito Santo è sempre presente come il mare di Luce incluso anche sopra i nostri corpi, osserva, ama, insegna e… aspetta quando noi finalmente rivolgiamo a Lui con amore e chiediamo il Suo aiuto…

Se noi siamo preparati bene, realizzando tutto quanto descritto sopra, incluso l’esercizio “Risveglio” allora riusciremo senz’altro. In caso di fallimento proviamo a percepire noi in modo meditativo… nel paradiso, sotto la cascata, nella luce del tenero sole, nel profumo dei fiori, fra il canto degli uccelli… La cascata del paradiso passa attraverso il nostro corpo, lavando le anime, trasformando noi in esseri degni del paradiso…

Per fare “partire” la danza-laya (danza dello “scioglimento”) guidata dallo Spirito Santo, è necessario alzarsi sulla punta dei piedi, alzare le braccia in alto; i vestiti devono essere leggeri, noi non dobbiamo percepirli…

Dopo la danza bisogna riposare nella posa rilassante.

<<< >>>



 
Pagina principaleLibriArticoliFilm spiritualiLe fotoScreensaversI nostri sitiCollegamentiSu di noiContatto