English Español Français Deutsch Italiano Český Polski Русский Română Українська Português Eesti 中文

Conoscere Dio al giorno d'oggi, sviluppo e significato della vita.
Metodologia dello Sviluppo Spirituale.

 
Come comprendere la parola Dio (lezione)
 

L’Ecopsicologia/Come comprendere la parola Dio (lezione)


Come comprendere la parola Dio
(lezione)

Con la parola Dio non dobbiamo capire, prima di tutto, il Creatore.

Ma esiste anche la parola Assoluto, cioè pluridimensionale Assolutamente Tutto, escluso la “fogna” dell’inferno.

Nel cristianesimo esiste anche il concetto Trinità: Dio-Padre, Cristo (Dio-Figlio) e Spirito Santo.

Dio-Padre non è un vecchietto sulla nuvoletta, come a volte Lo disegnano sulle icone. Lui non è un uomo onnipotente che conduce, trovandosi su un trono su qualche pianeta. Lui non è nemmeno una donna e non è una creatura bisessuale. Lui non ha personalità.

Lui è un’Insieme di tutti Coloro Che una volta nel passato durante il Loro sviluppo hanno raggiunto la Dimora del Creatore, il più sottile strato dell’Assoluto pluridimensionale, e sono rimasti ad abitare lì per sempre.

Dio-Padre è un’Insieme delle Tante Consapevolezze Perfette e Raffinate, fuse fra Loro e Che si trovano nello stato della Beatitudine Suprema Eterna.

La Loro caratteristica più importante è la Supersottilità.

Ma Quelli Che esistono nella Dimora del Creatore possono con la Parte di Se uscire da essa con lo scopo di aiutare la gente incarnata. Queste manifestazioni “personali” del Creatore si chiamano, nell’insieme, Spirito Santo (Brahman).

Spirito Santo, come Dio-Padre, sono parole che significano, non stati individuali di Dio, ma collettivi.

Ma comunicando con lo Spirito Santo in ogni caso concreto abbiamo a che fare proprio con le Personalità Divine, con i nostri Maestri Divini disincarnati.

I Maestri Divini vengono nel mondo “creato”, rimanendo nello stesso livello della raffinatezza. Ma, entrando nel paradiso, addensano la Parte di Se fino al livello della raffinatezza delle anime concrete: per facilitare la percezione da parte loro.

I Maestri Divini sono visibili tramite “gli occhi del cuore” degli uomini incarnati che sono avanzati spiritualmente. Loro si presentano come gigantesche Manifestazioni antropomorfe (Mahadubli) che sono composti della tenera, morbida, sottile Luce Divina di colore bianco-dorato, a volte focosa, ma mai bruciante per i veri allievi di Dio.

Gli allievi dei Maestri Divini devono usare tutte le loro forze per purificarsi nel modo graduale dalla grossolanità energetica e, attraverso le pratiche meditative, sintonizzarsi tramite la propria consapevolezza con il Maestro. E con questo avvicinarsi alla Dimora del Creatore.

Quegli allievi che hanno già imparato a vivere nell’Unione con la Consapevolezza del Maestro (anche se non avevano ancora il permesso di entrare nella Sua Dimora), hanno già l’esperienza dell’esistenza come Spirito Santo.

A volte succede che i Maestri Divini s’incarnano nei corpi umani. Loro lo fanno come sacrificio di Se alla gente incarnata, per dare loro aiuto spirituale e salvare le anime perse. (Ma … spesso costoro Li tormentano e uccidono).

Messia, Cristo, Avatar così Li chiamano nelle lingue diverse.

Ognuno di Loro, incarnandosi nel corpo umano, continua a vivere con la Propria Gigante e Raffinata Consapevolezza nella Dimora del Creatore, essendo la Sua Parte inseparabile. Ma questa Consapevolezza è legata anche con il corpo fisico, tramite il quale Dio cerca di fare arrivare alla gente incarnata la verità sul senso della loro esistenza sulla Terra e come realizzarlo.

… Per l’allievo di Dio che ha avuto il successo di entrare nella Dimora del Creatore, questo non è un atto immediato e irreversibile, ma il lungo e difficile processo del graduale insegnamento di vivere negli stati che sono principalmente diversi dalla vita negli altri eoni. Questo processo è pieno della felicità suprema dal contatto diretto con Dio. Questo è un graduale trasferimento nella “nuova sede”, la conoscenza di questo posto e l’acquisizione delle caratteristiche di Messia.

Realizzare questo è possibile solamente con il monachesimo.

… Capitano i casi in cui qualcuno si presenta (o lo presentano gli altri) come “Nuovo Cristo” o “Avatar”. Tali situazioni si creano con lo scopo di arricchirsi personalmente o sono messe in atto da persone con problemi psichici.

Dall’altra parte i primitivi spesso cercano di profanare proprio i veri Maestri Divini.

Perciò è necessario determinare i criteri che ci aiutino a distinguere i primi dai secondi.

I criteri principali sono tre:

Il primo: proprio la raffinatezza della Consapevolezza del vero Maestro Divino, Che esiste come il Gigantesco Cuore Spirituale, non è capace di emozioni grossolane.

Il secondo: la comprensione di tutto ciò di cui stiamo parlando adesso, l’acquisizione di tutti i metodi che sono necessari per gli allievi allo scopo di raggiungere la Realizzazione Divina.

Il terzo: l’assenza dell’egocentrismo in Lui; invece la presenza del Diocentrismo, cioè la vita e il servizio per l’Evoluzione Divina, ma non per se stesso o per qualche gruppo di persone.

* * *

La sostanza di tutto quello che succede nell’universo è l’Evoluzione dell’Assoluto.

Essa è guidata dal Creatore. Secondo i Suoi comandi nei posti diversi dell’infinito spazio universale cominciano a crearsi dalla protoprakriti gli agrumi della materia primaria (prakriti). In essi, dopo ancora, per tanto tempo accadono i processi che portano alla creazione delle condizioni favorevoli per la vita dei corpi organici. Da qualche tappa comincia l’incarnazione delle maiuscole particelle della protopurusha nelle particelle della materia della stessa misura… Si formano gli organismi unicellulari, dopo i pluricellulari…

Dirigendo il processo delle mutazioni genetiche il Creatore crea gli organismi sempre più complessi. Appaiono i vegetali, gli animali, gli umani…

Gli agrumi della purusha trovandosi nel processo dello sviluppo si incarnano come corpi organici sempre più complessi e cominciano a riprodursi da soli. Grazie a questo loro crescono come quantità, si ingrandiscono, le loro forme di vita diventano sempre più complicate e anche il loro comportamento. Gli animali sviluppano la sfera emozionale, la memoria, la capacità di pensare e anche creativamente… Per esempio alcuni tipi di uccello manifestano le capacità estetiche e l’ingegnosità nel costruire i nidi, i miracoli di premurosità e sacrificio nella difesa dei piccoli, gli uomini devono imparare da loro!… Il livello intellettuale di alcuni tipi dei mammiferi già chiaramente supera quello di qualche rappresentante dell’umanità… incluso quelli che negano la presenza della mente e la capacità degli animali di amare e soffrire…

Tutti noi, ogni umano, eravamo nel nostro passato un vegetale, poi animali di più di tipo biologico…

E adesso noi dobbiamo trattare le piante e gli animali come futura gente, senza danneggiare nessuno, anzi al contrario aiutando…

Non dobbiamo distruggere e ammazzare le piante e neanche gli animali, perché loro non vivono per diventare il nostro cibo o per sacrificare la propria pelle al fine soddisfare le nostre necessità…

Loro vivono per lo stesso motivo: per il processo dello sviluppo delle anime incarnate nei corpi fisici. Loro come gli umani partecipano insieme a noi nell’unico processo dell’Evoluzione dell’Assoluto, essendo come noi le Sue particelle…

… Lo scalino superiore nell’evoluzione dei corpi organici sulla Terra è il corpo umano.

Lo scalino successivo allo sviluppo per l’uomo (non come corpo, ma come anima, la coscienza) è Dio, nell’aspetto del Creatore.

… Nei corpi umani noi ci incarniamo tantissime volte. La cosa più difficile per noi è sviluppare la funzionalità intellettuale della coscienza per riuscire a capire sufficientemente e realizzare in pratica tutto ciò di cui stiamo parlando adesso. La maggior parte della gente è totalmente incapace anche soltanto di pensare a tutto questo… E anche se provano, spesso capitano nelle organizzazioni, dove promettono “la salvezza” come ricompensa per la ripetizione delle preghiere o per la partecipazione a qualche tipo di rito…

… Che cosa favorisce lo sviluppo dell’intelletto? Lo studio nelle scuole, il diverso lavoro scientifico, l’auto insegnamento in certi tipi di conoscenze che hanno significato per la crescita spirituale. Anche l’aiuto agli altri nell’acquisizione di tutto questo.

Che cosa impedisce lo sviluppo dell’intelletto? Stile di vita poco produttivo, alcoolismo, l’uso dei diversi tipi di droga che distruggono l’anima, la vita negli stati emozionali grossolani, che ci “accompagnano” direttamente nell’inferno…

Raggiungendo durante le moltissime incarnazioni precedenti lo stato umano, tantissima gente continua la strada non verso il Creatore, ma dalla parte apposta. E alla fine del loro viaggio si trova nel “buio esterno”, cioè nell’inferno, e dopo “cadono” indietro nella protopurusha, essendo già distrutti come anime… Su questa informazione è stata basata la formazione dell’immagine della “Gehenna focosa”, dove muoiono in agonia le anime dei peccatori.

Invece l’altra gente, i migliori, acquisiscono la dimora per sé, la dimora del Creatore. E continuano la Vita Infinita nella Suprema Beatitudine e nell’attivo e creativo Amore, diretta verso i degni allievi di Dio in tutti i posti ovunque loro siano, in tutto l’universo.

<<< >>>



 
Pagina principaleLibriArticoliFilm spiritualiLe fotoScreensaversI nostri sitiCollegamentiSu di noiContatto